Bisogni

Sono un maledetto sognatore. Credo di esserlo sempre stato e continuo ad esserlo. E non solo perché sono un idealista e inguardabile romantico ma anche perché a volte la mia immaginazione corre a briglie sciolte e con tanto di occhi aperti.

A volte resto letteralmente imbambolato a sognare o seguire le mie idee o i miei ragionamenti e mi estraneo così tanto da non sentire quello che succede intorno a me. Sì è vero sono anche mezzo sordo ma questo è un altro discorso e poi, come dice qualcuno, quando voglio ci sento benissimo.

Il sogno non sostituisce la realtà. A volte semmai, per qualche istante, la affianca. Il sogno è evasione, ma a volte è un modo di essere più onesti di quanto la realtà ci imponga. Il sogno è più concreto di quanto ciascuno voglia ammettere perché non è irregimentato. Spesso non vuole essere eclatante ma solo alternativo. Altrettanto non è per forza desiderio ma a volte anche timore. Non significa per forza qualcosa ma neppure è giusto trascurarlo per principio.

Ma in fondo cosa è un bisogno, se non un sogno fatto due volte?